Coop Workers di Como: la prima cooperativa iscritta all ‘Albo Nazionale del protocollo di legalità ACI è di Legacoop Lombardia

CONDIVIDI


legalità

L’obiettivo principale del protocollo è quello di rafforzare e rendere più incisiva l’azione di prevenzione e contrasto di ogni possibile tentativo di infiltrazione della criminalità organizzata nel mondo delle imprese cooperative attraverso una stretta collaborazione tra la Cooperazione ed ilMinistero dell’Interno.
Il protocollo riconosce l’impegno del mondo cooperativo per affermare i principi della legalità che finora si era espressa attraverso atti interni (codici etici). La cooperazione assume una responsabilità più forte nei confronti delle Istituzioni a tutela della legalità e della sicurezza nel mondo del lavoro, della produzione e dei servizi, In particolare:

  • tutelare i principi di legalità e di concorrenza leale
  • contrastare le infiltrazioni della criminalità organizzata nell’attività di impresa e nel mercato del lavoro
  • valorizzare l’impegno delle imprese che operano nel rispetto di principi etici
  • recuperare a fini produttivi le imprese e i beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata

I vantaggi principali dell’adesione al protocollo sono:

  • L’iscrizione all’albo conferisce una qualificazione etica e reputazionale
  • Consente la verifica della filiera e dei partners commerciali (vendors’ list)
  • Il Ministero dell’Interno si impegna a:

–    ottimizzare le procedure di rilascio della documentazione antimafia;

–    valorizzare l’adesione al Protocollo ai fini dell’attribuzione del rating di legalità. Il Protocollo è citato nel regolamento sul rating di legalità approvato dall’Autorità garante delle Concorrenza e del Mercato pubblicato il 15/12/2014 (art. 3 punto 2 lett. A).

La prima cooperativa iscritta all ‘Albo Nazionale del protocollo di legalità ACI è  la  Coop Workers di Como, iscritta a Legacoop Lombardia.

Cogliamo l’occasione per aggiornarvi: ad oggi in Lombardia sul protocollo di legalità abbiamo ricevuto:

–          18 dimostrazioni di interesse/ quesiti  (via mail o telefono)

–          8 domande di adesione al protocollo di cui 5 inoltrate alle prefetture competenti e 3 in attesa di integrazioni

–          4 le prefetture/territori  coinvolti:   Milano, Pavia, Como, Cremona

–           4 i dipartimenti di legacoop interessati: 3 coop del Multiservizi; 3 coop Sociali; 1 coop Abitanti; 1 Circolo cooperativo.

Il responsabile del dipartimento Servizi, Attilio Dadda, è il referente di questo progetto per il territorio lombardo.

Di seguito riportiamo quali sono i passaggi per aderire e ricevere informazioni dettagliate:

La domanda di adesione al Protocollo della cooperativa corredata dai documenti (scaricabili sul sito www.alleanzacooperative.it) previsti va inviata tramite PEC alla sede territoriale di Legacoop Lombardia al seguente indirizzo Legacooplombardia.protocollo@legalmail.it

Collegandoti al sito dell’ACI (www.alleanzacooperative.it/protocollo-legalità) puoi trovare la documentazione completa di carattere informativo, la modulistica necessaria e tutte le informazioni per la richiesta di adesione della tua cooperativa al protocollo di legalità.

 

CONDIVIDI