“Adotta un ulivo”, il crowfunding di Chico Mendes

CONDIVIDI


La cooperativa Chico Mendes Altromercato di Milano lancia una campagna di raccolta fondi finalizzata a salvare un antico uliveto situato nel meraviglioso contesto del Parco Naturale della Maremma, anche conosciuto come Parco dell’Uccellina, in provincia di Grosseto.

La proposta è “adottare” un ulivo per contribuire a salvare un patrimonio naturale inestimabile, costituito da 200 ettari e oltre 30mila piante secolari: ulivi delle cultivar frantoio, leccino, pendolino e moraiolo che producono un olio extravergine di oliva biologico di elevata qualità. Dall’inizio del progetto sono già stati salvati 10.000 ulivi: con i soldi raccolti grazie a questa campagna, 15.000 euro entro il 30 settembre, si intendono salvare altri 500 ulivi, prevedendone la potatura e le cure necessarie per rimetterli in produzione.

Per donare: bisogna accedere alla piattaforma di crowfunding Produzioni dal Basso al link https://www.produzionidalbasso.com/project/adotta-un-ulivo-nel-parco-dell-uccellina/
è possibile scegliere tra una donazione libera e una serie di donazioni stabilite (20€ – 50€ – 100€ – 300€) alle quali corrispondono ricompense diverse: ogni donazione fissa prevede l’adozione a distanza di un ulivo (scegliendo il proprio da una mappa interattiva); con l’aumentare del contributo si ricevono un buono sconto (di valore variabile) da spendere nelle botteghe del commercio equo e solidale di Altromercato a Milano e Brescia – oppure online – una bottiglia di olio prodotto nel Parco (di dimensioni variabili) e una visita guidata dell’intero uliveto.

Chico Mendes Altromercato è una cooperativa non profit di commercio equo e solidale che dal 1987 promuove sul territorio un’economia più giusta e sostenibile, più etica e responsabile, che rispetta le persone e tutela l’ambiente. Oltre a gestire 13 negozi tra Milano e Brescia porta avanti progetti di economia solidale in Italia e nel mondo. Dal 2016, come soci della Cooperativa Agricola Frantoio del Parco e insieme a Legambiente, hanno preso in gestione 200 ettari di uliveti, nel Parco naturale della Maremma (GR), di proprietà di Ente Terre Regionali Toscane tramite un bando pubblico della “Banca della Terra”.

CONDIVIDI