Cascina Grace, una Foresteria per Anziani a Chiaravalle

4 Agosto 2021

CONDIVIDI


Dopo Piazza Grace a Figino, la cooperativa sociale Genera Onlus ha dato vita a un nuovo luogo dedicato alla cura e accoglienza dei malati di Alzheimer. Si trova nel cuore di Casa Chiaravalle, il più grande bene confiscato alla criminalità organizzata in Lombardia. Prossimo Open Day sabato 11 settembre.

Una piccola comunità per persone affette da Alzehimer nella campagna alle porte di Milano, all’interno di una cascina confiscata alla criminalità organizzata. È il progetto “Casa Chiaravalle – Villaggio Alzheimer Green” di Genera Onlus. La cooperativa sociale, associata a Legacoop, da oltre vent’anni sviluppa interventi di assistenza domiciliare a Milano e in diversi comuni dell’hinterland, specializzandosi col tempo in interventi a favore di malati di Alzheimer e di supporto ai famigliari. Nel borgo sostenibile di Figino ha dato vita al primo Villaggio Alzheimer della città metropolitana di Milano portando avanti una visione di cura relazionale, non assistenziale, con lo scopo di generare comunità.

Cascina Grace è un altro tassello per la cooperativa sociale, situato nel parco agricolo sud di Milano: una foresteria per accogliere in forma temporanea persone autosufficienti sopra i 65 anni di età. Si tratta di “ricoveri di sollievo’” per il periodo estivo, quando le famiglie si spostano e ci sono anziani soli che hanno bisogno di essere accompagnati e di interagire con altre persone, di fare socialità.
La foresteria è stata progettata dalla cooperativa in collaborazione con alcuni studenti del Politecnico di Milano – Dipartimento di Design, applicando gli studi e la ricerca sull’habitat terapeutico nei servizi. Tutte le stanze hanno un tema, ogni ambiente la sua identità che si traduce in forme e colori, piante e fiori.

Come ha spiegato Andrea Coden, responsabile dell’area anziani di Genera, al blog MutuaOggi Cascina Grace vuole essere “una piccola comunità per persone affette da decadimento cognitivo di grado medio grave, in un contesto agricolo, nella prima periferia milanese, dove ritrovare ritmi e occupazioni legate alla terra e alla cura degli animali. Una formula innovativa, che contribuisce a ridisegnare, insieme all’esperienza sulla patologia, un nuovo modello di cura”.
“Un luogo inclusivo e aperto al quartiere” come sottolinea la presidente Sara Mariazzi intervistata da Vita.
Il tutto in un contesto integrato con le altre realtà cooperative che abitano Casa Chiaravalle: FuoriLuoghi (comunità di minori), La Cordata (residenzialità temporanea) e Tuttinsime (gestione della casa).

L’obiettivo dichiarato di Genera è quello di “far tornare a vivere questo luogo restituendolo alla collettività e facendo sì che diventi un punto di riferimento per la comunità”.
Il prossimo Open Day, occasione per visitare gli spazi con i case-manager della cooperativa, è in programma per sabato 11 settembre.
Informazioni: generaonlus.it/servizi/cascina-grace

Per gli anziani soli in città ad agosto la cooperativa sociale, in collaborazione con il Municipio 9 del Comune di Milano, organizza E…state ai tigli: 4 aperitivi sociali e una grigliata di ferragosto nel bel giardino della Casa dei Tigli, in via Scialoia 7 nel quartiere Affori di Milano dove la cooperativa gestisce una Casa Anziani. Info: clicca qui

CONDIVIDI