Dichiarazione per lo stato di emergenza climatica e ambientale di Legacoop Lombardia

11 Dicembre 2019

CONDIVIDI


Il 4 dicembre 2019 a Milano, la Direzione di  Legacoop Lombardia ha votato e sottoscritto all’unanimità la Dichiarazione dello stato di emergenza climatica e ambientale, la prima deliberata da un’associazione di rappresentanza territoriale.

Prima associazione di rappresentanza territoriale italiana a farlo, durante la Direzione di dicembre, Legacoop Lombardia ha votato e sottoscritto all’unanimità la Dichiarazione dello stato di emergenza climatica e ambientale. Il Presidente Attilio Dadda, mettendo ai voti la proposta, ha sostenuto: “Il mondo economico e imprenditoriale è ancora troppo lontano da una reale e convinta presa di coscienza riguardo i cambiamenti climatici, ma, in questo momento storico, anche l’attesa è parte del problema, ed è questo il motivo per cui Legacoop Lombardia ha il dovere di deliberare la propria dichiarazione. La cooperazione ha la possibilità di svolgere un ruolo attivo coniugando i valori storici con la ricerca di nuove tecnologie, tenendo insieme visione e coerenza”.
La dichiarazione sottoscritta si articola e sviluppa intorno a otto punti principali, oltre ad un elenco di azioni a breve termine da perseguire nella propria organizzazione interna: tendere ad emissioni zero e ad un’economia sostenibile e circolare, sollecitare la comunicazione scientifica e la conoscenza della sostenibilità dell’economia cooperativa, fare rete,  introdurre il Bilancio Ambientale, favorire la rinaturalizzazione delle acque dolci interne, sostenere la rigenerazione e bonifica dei territori, promuovere il diritto ad avere aria pulita. E agire come soggetto promotore della sensibilizzazione alla sostenibilità sociale e ambientale per portare risultati effettivi all’interno della realtà socio economica della Lombardia.

La Dichiarazione è dedicata a Laura Conti, esponente della Resistenza, consigliera della Regione Lombardia e deputata della Repubblica, un’ambientalista che attraverso i suoi scritti ha fatto capire agli italiani che “oltre all’ecologia delle piante e degli uccelli, esiste e va tutelata anche l’ecologia delle fabbriche, dei lavoratori e delle periferie Urbane”.

Per informazioni:
Marco Fazio Cell. 333-82559 mail  marco.fazio@lombardia.legacoop.it
Laura Radice Cell. 347-3024015 mail laura.radice@lombardia.legacoop.it

CLICCA QUI PER SCARICARE IL TESTO DELLA DICHIARAZIONE

CONDIVIDI