Ex Macello, la visione cooperativa della città

3 Agosto 2021

CONDIVIDI


Presentato ieri, lunedì 2 agosto, in un’assemblea pubblica il progetto che trasformerà l’ex Macello di Milano in un modello di rigenerazione urbana e cooperativa.

Alla presenza di 400 persone il team di progettisti guidato da Redo Sgr ha presentato – ieri, lunedì 2 agosto – il progetto vincitore del bando Reinventing Cities che trasformerà il quartiere Calvairate di Milano generando impatto sociale, ambientale e culturale. A contribuire allo sviluppo dell’area anche un pezzo importante di cooperazione di abitanti milanese, rappresentata all’assemblea di ieri da Vincenzo Barbieri per DeltaEcopolis e da Alessandro Maggioni per il Consorzio Cooperative Lavoratori, a sottolineare l’importanza di un agire collaborativo e di una visione cooperativa della città.

“Non solo architettura ma comunità in carne e ossa, mix di persone – in proprietà ma anche in affitto e anche con redditi non alti – a ridosso della città – è intervenuto Vincenzo Barbieri, presidente di DeltaEcopolis – . Con Redo Sgr abbiamo sperimentato una visione condivisa rispetto alla città e agli abitanti, ossia l’idea di costruire comunità e spazi dedicati alle persone, per incontrarsi e crescere in modo coerente in una città importante come Milano. In questo progetto avremo l’occasione di dare una traccia di una cultura cooperativa alla città”.

“La dimensione cooperativa ha come missione la costruzione di luoghi in cui non ci siano pochi vincenti e tanti, affaticati, soccombenti ma una società votata alla giustizia economica e sociale in cui siano garantite a tutti casa, scuola e lavoro, come dovrebbe essere in ogni società che ambisca a una prospettiva di vero sviluppo civile. Questo progetto ha in sé tutte queste prospettive”, il commento di Alessandro Maggioni, presidente di Consorzio Cooperative Lavoratori.

Per maggiori informazioni sul progetto: clicca qui

CONDIVIDI