GLOB, dal volontariato all’impresa in Brianza

13 Dicembre 2021

CONDIVIDI


Dall’esperienza all’interno di un circolo Arci ad una cooperativa di tipo A, indirizzata all’erogazione di servizi in risposta ai bisogni di uomini, donne e minori stranieri.

GLOB nasce nel 2008, ma diviene cooperativa sociale di tipo A solo nel 2016, a maturazione di adeguate competenze e di un percorso esperienziale di ascolto attento di uomini e donne in movimento, di singoli e famiglie spesso in fuga, inconsapevoli dei propri diritti e compressi tra le strette maglie della burocrazia italiana e le rigide diffidenze della comunità.
Lo Sportello Migrante negli anni si è affermato sul territorio come spazio informativo e centro di assistenza capace di fluidificare i difficili percorsi di regolarizzazione anagrafica e amministrativa rivolti agli stranieri, resi tortuosi dal susseguirsi di normative e procedure spesso contraddittorie e complesse. Da spazio d’ascolto e incontro gestito da volontari, lo Sportello Migrante è divenuto luogo d’informazione e supporto dotato di specifiche competenze e profondo know-how. Allo sportello si è affiancata l’istituzione dell’Università Migrante, appuntamento nato come evento informativo e culturale indipendente e divenuto riferimento formativo e di approfondimento per operatori del settore e studenti universitari.
Parallelamente sono stati attivati percorsi di formazione per insegnanti e operatori del settore, sviluppate progettualità con enti e reti del territorio ed accolte le richieste di supporto e consulenza da parte di imprese e realtà commerciali che hanno reso necessaria la costituzione di una realtà strutturata nella forma di una cooperativa sociale di tipo A.

Solidarietà, collaborazione e responsabilità sono i tre valori di fondo coerenti con la cultura cooperativa a cui si ispirano i soci e le socie di GLOB, per promuovere e sostenere la solidarietà sociale tra le persone.
Tanti e diversi i progetti attivati, in collaborazione con altre realtà e cooperative del territorio, dalla gestione di una ciclofficina ai servizi alle imprese, oltre ad attività di incontro, socialità e aggregazione.
Alla domanda: “cosa comporta passare da associazione a cooperativa?” la risposta è “aumenta la professionalità” e di conseguenza anche le sfide che si affrontano, dalla gestione di casi più complessi alla nascita di nuovi progetti. Ad animare GLOB oggi sono circa venti soci, di cui una decina operativi, “giovani e agguerriti”.

Info: globonlus.it

CONDIVIDI