Il presente futuro, lo spazio aperto della cooperazione

19 Giugno 2020

CONDIVIDI


In occasione della Direzione di Legacoop Lombardia del 17 giugno 2020, abbiamo ospitato all’interno dello spazio “Il presente futuro” due interventi di ricerca e visione per ragionare insieme su azioni cooperative che contrastino le disuguaglianze e costruiscano relazioni corrette con l’ambiente, perché la salute sia un bene comune.

Il presente futuro è lo spazio in cui, come cooperatori e cooperatrici, ci interroghiamo e confrontiamo sul nostro ruolo di attori sociali ed economici, ancora più determinante nello scenario pandemico.
In questo spazio, virtuale in tempi di pandemia, abbiamo invitato ospiti che si occupano di temi per noi importanti per ragionare insieme su azioni cooperative che contrastino le disuguaglianze e costruiscano relazioni corrette con l’ambiente, perché la salute sia un bene comune.

RICERCA: Abitare ai tempi del Covid-19, in un’ottica di genere
Siamo partiti dalla casa, tema diventato centrale nel dibattito pubblico degli ultimi mesi, per ragionare su un modello dell’abitare cooperativo che sia inclusivo. A riguardo, abbiamo ospitato l’intervento dei docenti Silvia Mugnano e Igor Costarelli dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca che hanno curato una ricerca sull’Abitare ai tempi del Covid-19, in un’ottica di genere.
Come ha commentato Emiliana Brognoli, responsabile della Commissione Pari Opportunità di Legacoop Lombardia: “l’idea di questo momento è nata dentro la Commissione e con il supporto e aiuto della collega Sara Travaglini che con la sua cooperativa Dar Casa ha partecipato all’indagine, confermando come la cooperazione sia attenta osservatrice dei bisogni, sensibile scrutatrice della quotidianità e premurosa osservatrice di scenari vasti. Questa iniziativa mira a condividere con voi cosa sia successo, nelle settimane di quarantena, alle persone dentro le loro case e in particolare cosa sia successo alle donne”.

SCARICA LA PRESENTAZIONE DELL’INDAGINE: CLICCA QUI

LINK AL VIDEO: CLICCA QUI

VISIONE: La risposta al Covid-19 è un’economia sostenibile e cooperativa
Se “la natura è casa nostra”, il confronto sul tema ambientale è sempre più urgente per ricominciare con una normalità migliore dove la salute sia il frutto di una relazione corretta con l’ambiente.
A spiegarci, in un’ottica cooperativa, come l’economia sostenibile sia legata alla salute e non solo all’ambiente è stato Grammenos Mastrojeni, diplomatico, negoziatore ambientale, docente, scrittore e segretario generale dell’Unione per il Mediterraneo, organizzazione intergovernativa che raggruppa 43 Paesi europei e del bacino del Mediterraneo.
Nel corso del suo intervento Mastrojeni ha sottolineato come le cooperative, per la loro relazione con il territorio e la società, siano gli attori ideali dell’economia sostenibile ovvero dell’economia “in armonia con il territorio” che genera, oltre a valore sociale, anche più reddito. In conclusione, l’appello alla cooperazione, in questa delicata fase di transizione: “Siete una forza economica e politica, chiedete un compito dello Stato: proteggere, con provvedimenti concreti alla transizione, le imprese cooperative che hanno tutto per diventare più competitive scegliendo di essere produttrici di salute e sostenibilità”.

LINK AL VIDEO: CLICCA QUI

CONDIVIDI