ènostra, al via la campagna “Libertà è autoproduzione”

29 Marzo 2021

CONDIVIDI


La cooperativa fornitrice di energia elettrica ha lanciato la nuova campagna di raccolta dedicata a coloro che vogliono sottoscrivere il Fondo di produzione per realizzare nuovi impianti collettivi.

“Scegli la libertà, scegli di produrre l’energia che consumi e liberati dalle fonti fossili. Sottoscrivi il Fondo di produzione e aderisci alla Tariffa Prosumer”. In sintesi: “Libertà è autoproduzione”.
Il messaggio con cui la cooperativa ènostra invita ad investire nel fondo di produzione contiene tutti gli elementi alla base dell’azione cooperativa: per una transizione energetica democratica, etica e accessibile. Come spiega Sara Capuzzo, presidente di ènostra: “Se diventiamo protagonisti della transizione dal basso possiamo contribuire ad accelerare questa rivoluzione energetica già in atto, e progressivamente superare le iniquità, le disuguaglianze e gli squilibri geopolitici che caratterizzano il paradigma, decisamente superato, basato sulle fonti fossili. La nostra campagna mira proprio a stimolare questo protagonismo e questa assunzione di consapevolezza da parte dei cittadini che scelgono di autoprodurre l’energia che consumano, partecipando agli impianti rinnovabili collettivi di ènostra”.
La cooperativa, con sede in Via Ampère 61/A a Milano, è a tutti gli effetti un’impresa di comunità, ovvero un’impresa che svolge servizi ed attività che si ripercuotono ben oltre la platea dei propri soci, portando benefici alla comunità nel suo complesso.

Chi aderisce alla campagna sovventori può accedere anche alla nuova tariffa dedicata – la Tariffa Prosumer – che garantisce un prezzo “equo” dell’energia, che non subisce le fluttuazioni del mercato e che riflette il costo di produzione del portafoglio impianti rinnovabili di ènostra. Scegliere la Tariffa Prosumer è molto semplice grazie a un simulatore creato specificatamente per questa iniziativa che permette, di scegliere l’investimento più opportuno sulla base dei propri consumi e ricevere un corrispondente bonus in kWh gratuiti a fine mese. La simulazione consente, inoltre, di misurare i benefici ambientali in termini di emissioni di CO2 e di polveri sottili evitate.

Il Fondo di produzione prevede una dotazione massima di 2,5 milioni di euro. Grazie al prezioso supporto dei soci sovventori, sono stati già raccolti oltre 900mila euro. Con questa nuova campagna l’obiettivo è raggiungere un primo step di 1,5 milioni di euro in pochi mesi, che saranno destinati alla realizzazione di tre nuovi impianti collettivi di ènostra. Uno di questi è già in costruzione: si tratta dell’impianto eolico “Il Cerrone” costituito da 1 aerogeneratore con una potenza di 900 kW situato nel comune di Gubbio (PG). Il secondo dei tre progetti è l’impianto eolico da 500 kW con turbina rigenerata che sorgerà in un’area a vocazione agricola a Crispiano, a nord di Taranto, mentre il terzo progetto collettivo messo in cantiere da ènostra è l’impianto fotovoltaico di Brindisi da 840 kWp, che sarà realizzato sul tetto di un’azienda metalmeccanica. In totale i tre impianti ammontano a 2,2 MW di potenza e una producibilità attesa complessiva di 4,2 GWh/annui di energia rinnovabile.

Per maggiori informazioni e partecipare all’investimento: CLICCA QUI

Per rivedere il webinar “Libertà è autoproduzione” dell’11 marzo: CLICCA QUI

CONDIVIDI