COVID-19, NUOVO DPCM FIRMATO IL 3 NOVEMBRE

5 Novembre 2020

CONDIVIDI


Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Dpcm del 3 novembre 2020 sulle misure per il contrasto e il contenimento dell’emergenza Covid-19. Le disposizioni sono efficaci dal 6 novembre al 3 dicembre 2020. Il nuovo decreto individua tre aree: gialla, arancione e rossa corrispondenti ai differenti livelli di criticità nelle Regioni del Paese. La Lombardia rientra nell’area rossa.

LOMBARDIA AREA ROSSA
Nell’area rossa è vietato ogni spostamento anche all’interno del proprio Comune, in qualsiasi orario, salvo che per motivi di lavoro, necessità e salute, sono di conseguenza vietati gli spostamenti da una Regione all’altra e da un Comune all’altro. Bar e ristoranti sono chiusi 7 giorni su 7 mentre resta consentito l’asporto fino alle ore 22 e per la consegna a domicilio non ci sono restrizioni. I negozi sono chiusi fatta eccezione per supermercati, beni alimentari e di necessità. Restano aperte edicole, librerie, tabaccherie, farmacie e parafarmacie, lavanderie, parrucchieri e barbieri. Chiusi i centri estetici. È prevista la didattica a distanza per la scuola secondaria di secondo grado, per le classi di seconda e terza media. Restano aperte, quindi, solo le scuole dell’infanzia, le scuole elementari e la prima media. Sono chiuse anche le università, salvo specifiche eccezioni.
Sono sospese tutte le competizioni sportive salvo quelle riconosciute di interesse nazionale dal CONI e CIP, così come sono sospese le attività nei centri sportivi. Resta consentito svolgere attività motoria nei pressi della propria abitazione e attività sportiva solo all’aperto in forma individuale. Sono chiusi musei e mostre, teatri, cinema, palestre, attività di sale giochi, sale scommesse, bingo (anche nei bar e nelle tabaccherie). Per i mezzi di trasporto pubblico è consentito il riempimento solo fino al 50%, fatta eccezione per i mezzi di trasporto scolastico.

Oltre all’area rossa il nuovo Dpcm individua altre due aree: gialla e arancione, corrispondenti ai differenti livelli di criticità nelle Regioni del Paese. L’assegnazione di queste categorie di rischio potranno essere suscettibili di cambiamenti nel corso dell’evoluzione della curva epidemica, e saranno sempre ad esse adeguate e proporzionate, come si legge dal sito del Governo.
Nello specifico nell’area gialla sono attualmente ricomprese: Abruzzo, Basilicata, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Marche, Molise, Province di Trento e Bolzano, Sardegna, Toscana, Umbria, Veneto.
Nell’area arancione: Puglia, Sicilia.
Nell’area rossa: Calabria, Lombardia, Piemonte, Valle d’Aosta.
Segue schema di sintesi delle misure nelle rispettive aree:

Le disposizioni del decreto si applicano dalla data del 6 novembre 2020 e sono efficaci fino al 3 dicembre 2020.

SCARICA IL TESTO DEL DPCM: CLICCA QUI

SCARICA GLI ALLEGATI AL DPCM: CLICCA QUI

SCARICA L’ALLEGATO 23 “Commercio al dettaglio”: CLICCA QUI

SCARICA L’AUTOCERTIFICAZIONE: CLICCA QUI

Link alla Gazzetta Ufficiale: QUI

CONDIVIDI