Rigeneriamo Comunità, concluso il primo step formativo

4 Dicembre 2019

CONDIVIDI


Le 25 nuove aspiranti cooperative di comunità hanno partecipato alla formazione prevista dal bando Coopstartup Rigeneriamo Comunità. Prossimo step la presentazione del business plan.

Si è concluso il ciclo di formazione per tutti i progetti che hanno superato la prima fase del bando Coopstartup Rigeneriamo Comunità, con una full immersion nel mondo della cooperazione: come si costituisce una cooperativa, quali sono i suoi aspetti distintivi e quali le modalità di coinvolgimento delle comunità. Nel corso degli incontri formativi gli aspiranti cooperatori hanno raccontato come intendono contribuire alla valorizzazione dei propri territori e come intendono promuovere le proprie progettualità.
I 25 progetti sono distribuiti in 13 regioni, tra gli 86 ammessi alla valutazione, e sono stati selezionati lo scorso 31 ottobre dalla commissione composta da 5 membri (due di Coopfond, due di Banca Etica, uno di Legacoop). Gli incontri formativi servono a trasformare l’idea in un vero progetto di impresa, sostenibile e partecipata. Per i progetti non selezionati, Legacoop, attraverso le sue strutture territoriali è a disposizione dei gruppi di lavoro per approfondire e definire le idee di impresa con l’obiettivo di accompagnarle comunque nel processo di costituzione della cooperativa.
L’iniziativa era stata lanciata il 4 giugno scorso e fino al 31 agosto è stato possibile inviare progetti. Rivolto a gruppi promotori di nuove cooperative di comunità e a cooperative di comunità costituitesi a partire dal 1 gennaio 2018, il Bando ha riguardato l’intero territorio nazionale con l’obiettivo di favorire il consolidamento, lo sviluppo e la creazionedi cooperative di comunità. Promosso da Legacoop nazionale e Coopfond con il sostegno di Banca Etica, mirava a sperimentare nuovi processi di promozione cooperativa nelle aree interne, nei piccoli comuni, nelle aree urbane degradate, nelle aree agricole abbandonate, nelle aree naturalistiche e nelle aree di interesse storico, paesaggistico e culturale.
Le tappe successive alla formazione si articoleranno così: il 15 Gennaio 2020 è prevista la presentazione del business plan dei 25 progetti selezionati; tra febbraio e aprile 2020 grazie alla partnership con Banca Etica e Fondazione Finanza Etica, potranno accedere alla piattaforma di crowdfunding Produzioni dal basso (www.produzionidalbasso.com) per presentare la propria idea imprenditoriale e ottenere i fondi. L’accesso sarà agevolato dall’accompagnamento alla messa a punto del piano di impresa e della campagna di marketing. A maggio prossimo si svolgerà la seconda selezione dei 7 progetti di impresa che avranno partecipato al crowdfunding, a giugno saranno premiati i vincitori.

Informazioni: legacoop.coop

CONDIVIDI