Safe Working, le novità per accedere al bando

2 Settembre 2020

CONDIVIDI


Regione Lombardia ha apportato modifiche importanti alla misura “Safe working – Io riapro sicuro”, allargando la platea dei destinatari e abbassando la soglia di ingresso con la spesa minima di 1.300 euro. Scadenza 10 novembre 2020.

Sulla base dell’esperienza dei primi due mesi di apertura del bando, Regione Lombardia ha adottato nuovi criteri per l’assegnazione del contributo più rispondenti alle esigenze delle imprese nell’emergenza Covid-19. Tra le novità adottate c’è l’ampliamento della platea di destinatari che include anche le strutture alberghiere, ricettive, le attività d’intrattenimento, artistiche, sale da concerto, attività della distribuzione automatica.
L’investimento minimo per accedere al contributo passa da 2.000 a 1.300 euro; l’aiuto consiste nella concessione di risorse a fondo perduto fino al 60% delle spese ammesse per le piccole imprese e fino al 70% delle spese per le micro imprese. E’ di 25.000 euro il limite massimo di concessione.
Possono inoltre essere oggetto di intervento più unità locali afferenti all’impresa con la possibilità per le imprese che hanno già presentato domanda di integrare la richiesta con la presentazione di una ulteriore domanda di contributo per le spese sostenute su altre sedi operative o unità locali nei limiti dei massimali già previsti dal bando.

Informazioni: CLICCA QUI

CONDIVIDI