Scuola Imiberg, open day a Bergamo

CONDIVIDI


La cooperativa sociale Imiberg che gestisce l’omonimo istituto scolastico apre le porte ai futuri studenti con gli open day: venerdì 29 novembre e sabato 30 novembre per le superiori, domenica 1° dicembre e sabato 18 gennaio per l’infanzia.

“Dura e bella, come la vita” è lo slogan della Scuola Imiberg, istituto scolastico pubblico non statale, rivolto a tutti, senza fini di lucro, mira alla formazione umana, culturale e sociale dei giovani, in rapporto con la formazione familiare e nell’ambito specifico dell’attività didattica e culturale.
Il metodo educativo della Scuola Imiberg si fonda su una precisa ipotesi pedagogica che si declina in quattro pilastri: valore allo studio, attenzione alla persona, apertura al mondo e mentalità sportiva.
Per saperne di più nel fine settimana in Via Santa Lucia 14 a Bergamo si terranno gli open day superiori e infanzia, con incontri, laboratori e dibattiti. Quattro gli indirizzi superiori della scuola: istituto tecnico economico, liceo scientifico, liceo scientifico opzione scienze applicate e liceo scientifico ad indirizzo sportivo.

Gli open day saranno anche l’occasione per visitare gli spazi e gli ambienti della Scuola Imiberg, attenta all’integrazione degli spazi esterni con le aule. Come si legge in un articolo del Bergamo Post, l’istituto ha avviato un progetto di riprogettazione delle aree verdi e dei giardini, così da renderli ancora più utilizzabili dai propri alunni. A conferma che Imiberg ha sempre curato con particolare attenzione i propri spazi esterni, ibambini hanno già oggi a disposizione, oltre a un giardino attrezzato, anche l’orto, la pista dei tricicli, l’aula all’aperto e tutto il parco dell’istituto.
Il progetto, ancora in fase di studio, punta ad allargare lo spazio di esclusiva pertinenza della Scuola dell’infanzia per permettere lo svolgimento di sempre maggiori attività all’aria aperta. Per un’educazione senza muri.

“Il nostro motto è – afferma Nicoletta Galizzi, Coordinatrice didattica della Scuola dell’infanzia Imiberg, intervistata dal Bergamo Post –  la mia maestra mi aspetta sempre, perché crediamo che ogni bambino abbia bisogno dei propri tempi e dei propri spazi per crescere.”

Informazioni: imiberg.it

CONDIVIDI