Servizio civile e cura dell’altro, il progetto della cooperativa Genera a Milano

27 Gennaio 2022

CONDIVIDI


La cooperativa sociale milanese accoglie nel borgo sostenibile di Figino volontari e volontarie che vogliano avvicinarsi a un ecosistema di cura cooperativa, orientato a sviluppare relazioni tra le persone.
Per candidarsi al progetto c’è tempo fino al 10 febbraio 2022 ore 14.

“Vicini di Grace” è il titolo del progetto con cui la cooperativa sociale Genera partecipa al Bando del Servizio Civile Universale, con l’obiettivo di mettere in relazione i giovani con gli ospiti delle strutture residenziali gestite dalla cooperativa nel borgo di Milano-Figino. Anziani autosufficienti che vivono la realtà di un contesto cooperativo e sperimentale, il grande progetto di Housing Sociale “Figino Borgo Sostenibile”, con tanti spazi di vicinato a disposizione degli abitanti e della collettività.
E’ proprio l’esperienza della vicinanza che sta alla base della proposta di Genera, che chiede ai candidati di partecipare ad attività quotidiane di cura, interventi creativi e laboratori.
Abbiamo chiesto a Cecilia Storti, Welfare Manager della cooperativa, di raccontare alcune delle attività a cui i volontari saranno chiamati a prendere parte: “Ciascun volontario opererà all’interno di Grace, a Milano-Figino, con la nostra equipe per dar vita sia a piccole attività quotidiane che a interventi creativi e rilassanti per aumentare il benessere e incentivare le relazioni tra gli ospiti dei nostri servizi residenziali. Dall’accompagnare gli anziani nelle loro uscite diurne per svolgere piccole commissioni al proporre eventi da realizzare nel borgo, come community manager. E ancora attività di animazione per il tempo libero, come guardare un film, discutere di un libro o cucinare insieme. Attività per stimolare la manualità, valorizzare ciò che si sa fare e imparare a vicenda, l’uno dall’altro. Infine una parte del tempo sarà dedicata al laboratorio Grace Lab, insieme con gli studenti del Politecnico, per lavorare sugli spazi affinché curino le persone. Dalla scelta dei colori, al modo in cui appendiamo un quadro o disponiamo le sedie in una stanza, può dipendere il benessere delle persone”.
Non solo il cosa ma anche il dove conta in un ecosistema di cura che mette al centro la persona e la relazione, in modo cooperativo e rigenerativo. Non solo un luogo fisico, ma anche una comunità di persone che ha intenzione di sperimentare nuovi modi di coesistere: coesistere con la terza età, stagione della vita densa di significati da trasmettere all’altro; coesistere tra un borgo millenario con le sue cascine e un nuovo quartiere aperto, che si definisce come una nuova piazza per tutti gli abitanti; coesistere con l’Alzheimer, visto non solo come malattia, ma come una visione del mondo, unica e originale: una visione “extra-ordinaria”.
Ad accompagnare e supportare i volontari, ci saranno i cooperatori e le cooperatrici di Genera, esperti in servizi sociali e scienze dell’educazione, oltre che vere e proprie guide all’interno di un borgo tutto da scoprire, dove è alta la possibilità di “conoscere tanto”.

Per candidarsi al progetto c’è tempo fino al 10 febbraio 2022 ore 14.
Info: legacooplombardia.it/servizio-civile-2022

CONDIVIDI