Sostenere l’impresa sociale

23 Dicembre 2020

CONDIVIDI


Una sartoria che favorisce l’inserimento lavorativo delle donne, un laboratorio artigianale che costruisce percorsi di integrazione e autonomia di persone fragili e straniere, un’impresa sociale che offre un’opportunità lavorativa a persone vulnerabili, soprattutto donne.
Sostenere le cooperative sociali vuol dire sostenere il lavoro, i diritti e il benessere della comunità.

Nata dalla cooperativa Arché Vintage Solidale, la Sartoria Sociale è un progetto rivolto all’inserimento lavorativo e alla formazione nel settore tessile/artigianale di mamme accolte o affiancate da Arché e donne indicate dai servizi sociali di Quarto Oggiaro.
Luogo vivo e attivo all’interno della periferia milanese, l’atelier aspira ad essere un piccolo motore propulsivo all’interno della comunità, luogo di possibile incontro e mutuo supporto sulle problematiche inerenti il lavoro. Al suo interno le sarte, oltre a creare gadget e abiti, offrono riparazioni sartoriali alle famiglie del quartiere e producono per i vari servizi presenti nel territorio.
A Milano, in via Ressi 23, Archè gestisce anche un charity shop, sede di formazione e inserimento lavorativo
LINK: clicca qui

Parallelo è il progetto di impresa sociale della cooperativa Officina Casona con sede a Castellanza, in provincia di Varese. Un laboratorio sociale di artigiani e creativi che produce oggetti utili e sostenibili con materie prime di recupero: tessuti, pellame, biciclette e legname, da aziende, privati ed enti pubblici. I soci della cooperativa lavorano per l’integrazione e l’autonomia di persone fragili e straniere che all’interno del laboratorio danno vita ad oggetti diversi, con storie diverse.
Lampade, cornici, grembiuli, agende, zaini, quaderni, tazze, ricettari e mascherine lavabili in lino o cotone, regolabili e personalizzabili.
Disponibili online: clicca qui
E’ inoltre attiva una raccolta fondi qui

Quid è un’impresa sociale che offre un’opportunità di lavoro sicuro a persone vulnerabili — soprattutto donne — che hanno combattuto e superato situazioni difficili a livello personale o sociale. La cooperativa coltiva i talenti inesplorati di persone intraprendenti e resilienti, coinvolgendole nella produzione di capi di moda etica con l’etichetta “Progetto Quid” e, attraverso collaborazioni con marchi moda e lifestyle.
In seguito all’emergenza Covid-19, anche per consentire continuità lavorativa ai propri dipendenti, Quid ha riconvertito parte della propria produzione per realizzare mascherine in tessuto, fino ad arrivare a un modello autorizzato ISS ed ora all’upgrade delle mascherine Cover-up, mascherine chirurgiche lavabili tipo IIR acquistabili online.
Oltre alle mascherine il negozio online propone abiti ed accessori, disponibili qui
La cooperativa ha sede in Veneto ed è presente a Milano con un negozio.

Le imprese sociali sono tra le proposte per un Natale cooperativo e solidale di Legacoop Lombardia: CLICCA QUI

CONDIVIDI