Close the Gap, con Coop riduciamo le differenze

26 Febbraio 2021

CONDIVIDI


Al via la campagna di Coop “Close the Gap – riduciamo le differenze”: un’iniziativa fatta di azioni e impegni per promuovere la parità di genere e combattere le disparità. 

Al 76° posto al mondo e al 17° nell’Europa Occidentale secondo il Global Gender Gap Index che misura l’equità di genere, l’Italia non è un paese per donne. Ad aggravare la situazione la pandemia che ha registrato, su 101 mila posti di lavoro persi, 99 mila occupati da donne.
Coop, oltre ad essere molto sensibile al tema avendo il principio dell’integrazione e dell’eguaglianza come parte costitutiva dell’essere cooperativa, è anche un grande datore di lavoro femminile (il 70% dei suoi 55 mila dipendenti è donna), e sono donne più della metà dei soci attivi sui territori. Da qui nasce il bisogno di creare una campagna fatta di azioni e impegni concreti, avviando progetti interni, coinvolgendo i fornitori di prodotto a marchio e lanciando una call to action a vantaggio di soci e consumatori.
La campagna Coop sulla parità di genere – tra i 17 obiettivi dell’Agenda 2030 Onu per assicurare al Pianeta uno sviluppo sostenibile – è stata strutturata in quattro azioni ben definite:

Per una vera parità: Azione – il 44% dei membri dei CdA di Coop è donna, mentre il 32% dei ruoli direttivi è ricoperto da donne. La strada per la vera parità è ancora lunga, e Coop intende percorrerla rendicontando i risultati di anno in anno;

Per cambiare la cultura: Formazione – coinvolgendo tutti i dipendenti in attività formative tramite il centro di formazione delle cooperative di consumatori “Scuola Coop”.
Sensibilizzando alla cultura dell’inclusione, i nostri luoghi di lavoro e le relazioni con i consumatori saranno lo specchio delle attività formative intraprese. Anche i fornitori saranno invitati a queste formazioni.

Per ridurre l’IVA sugli assorbenti: PetizioneFirmando la petizioneStop Tampon Tax! Il ciclo non è un lusso” dell’associazione “Onde Rosa”, per la riduzione dell’IVA degli assorbenti femminili che ancora oggi sono considerati come bene di lusso.
Vogliamo che l’IVA sugli assorbenti sia abbassata dal 22% al 4% sempre: la maggior parte degli altri paesi con i quali ci confrontiamo, all’estero, ha già abbassato o abolito l’IVA sugli assorbenti.
Per questo motivo dal 6 al 13 marzo in tutti i negozi Coop i prezzi di tutti gli assorbenti verranno ribassati come se l’IVA fosse al 4%, e verrà messa in vendita una special edition degli assorbenti della Linea Vivi Verde Coop, che invitano le consumatrici a firmare la petizione nella loro confezione “ad hoc”.
Sono già quasi 500 mila le persone che hanno firmato la petizione: la Tampon Tax è una discriminazione concreta ed è il momento di dire basta.

Per creare comportamenti più virtuosi: Premiazione – Coop Italia ha istituito un Premio Annuale assegnato a comportamenti virtuosi che favoriscono la parità di genere anche tra i nostri fornitori di prodotto Coop. Il primo riconoscimento di comportamenti virtuosi dei nostri fornitori verrà assegnato il prossimo 29 marzo.

Il primo appuntamento, aperto a tutti, è il secondo Streameeting di Coop “Cosa Sarà – Close the Gap. Diversità e inclusione per cambiare il mondo”. Un evento innovativo, per discutere i temi di diversità e inclusione e sostenere la campagna “Stop Tampon Tax! Il ciclo non è un lusso”. Appuntamento il 1° marzo dalle ore 19, collegandosi su corriere.it o visitando la pagina Facebook del Corriere Della Sera.

Come si legge dalla nota stampa condivisa da Coop Lombardia: “Da parte di Coop non c’è nessuna pretesa di risolvere un problema che necessita di molti interventi, ma sicuramente è sentita la volontà di fare la propria parte. L’iniziativa e le azioni di “Close the Gap – riduciamo le differenze” nascono quindi con questo scopo: portare avanti un atto simbolico ma concreto, perché la lotta alle disuguaglianze e per la parità di genere inizia proprio dai piccoli gesti”.

Fonte: partecipacoop.org

CONDIVIDI