Mantova Scienza, in versione primaverile online

7 Aprile 2021

CONDIVIDI


La quinta edizione del festival mantovano organizzato dalla cooperativa Alkémica si terrà dal 9 al 18 aprile 2021 in diretta su Facebook e Youtube. L’iniziativa è realizzata con la partecipazione e il sostegno delle cooperative Pantacon, Charta e Zero Beat.

Seminari, didattica e gioco. La scienza protagonista del festival mantovano è a tutto campo, in edizione straordinaria online in tempo di restrizioni.
Ad aprire la rassegna Mantova Scienza, venerdì 9 aprile alle ore 17.30, un ospite di origine mantovana: Sara Gandini, biostatistica ed epidemiologa in prima linea nell’analisi dei dati che mettono in relazione Covid e scuole.
I seminari in programma dal 9 al 18 aprile 2021 (qui l’elenco: mantovascienza.it/seminari-2021) abbracciano numerosi campi della scienza: l’inquinamento luminoso, gli esopianeti e la vita nel Sistema Solare, ma anche il mondo vegetale e il clima, le storie del Po e degli animali del Grande Fiume; gli Oceani e il problema delle plastiche, i minerali nascosti nei nostri device, gli animali più curiosi della fauna italiana e uno sguardo dal punto di vista scientifico agli aspetti più attuali della pandemia.
Alle scuole quest’anno è dedicato anche il concorso Question Time Challege: in palio per le classi vincitrici una diretta online con una personalità del mondo scientifico (scienziata/o, ricercatrice/ore o giornalista scientifica/o, o divulgatrice/ore) specialista della materia con cui discutere e approfondire l’argomento richiesto. A decidere la domanda da porre saranno proprio studenti e studentesse, inviando i loro quesiti, entro il 25 aprile, attraverso il form pubblicato online (mantovascienza.it/concorso).
I consueti appuntamenti che coinvolgono cinema e teatri, assieme ai laboratori in presenza, sono rimandati a novembre, con l’obiettivo di continuare ad avvicinare sempre di più la scienza al pubblico. “Perché seminare Scienza sia sempre di più raccogliere Cultura”.

Il festival Mantova Scienza è organizzato dalla cooperativa Alkémica che dal 2015 fa dell’intrattenimento educativo e della divulgazione scientifica la sua missione quotidiana.
L’iniziativa è inoltre realizzata con la partecipazione e il sostegno delle cooperative mantovane Pantacon, Charta e Zero Beat.

CONDIVIDI